CENNI DI STORIA

 

Nell’epoca preromana la Val Vibrata, ove sorge NERETO  fu colonizzata dai Liburni ( abitanti della Dalmazia) e nel secolo V° a.C. fu colonizzata dai Piceni  seguita poi dalla conquista Romana.

Il primitivo NERETO dovette essere distrutto  dalle orde barbariche che precedettero i Longobardi, i quali, stabilendosi nei nostri luoghi, lo riedificarono , incastellandolo ove ora si trova..

Dopo l’ottavo secolo fu compreso nel Ducato di Spoleto.

Divenuto paese di confine, il “ Casale di Nereto “ fu munito di fortificazioni  innalzate nell’area di Nereto vecchio, con un passaggio sotterraneo tra il Casale e il Castello che prende il nome dalla famiglia baronale “DE GUIDOBALDI “

Attualmente di tutto il complesso rimane la fontana ( sorgente di acqua cristallina) e l’annesso lavatoio comunale(vedi foto) , e , non visibile , l’abbeveratoio per i cavalli.

 

                                                      Torna